4
Giu
2015
8

Perché spesso la comunicazione del vino è pesante: gli errori da non fare – con Raffaele Boscaini di Masi

“Trovo la comunicazione del vino sempre un po’ pesante. Soprattutto quando non dobbiamo parlare ai soliti interlocutori preparati. Come sul web. Il risultato che abbiamo è potenzialmente negativo”.

Così spaventiamo il consumatore con termini difficili o con concetti che diamo per scontati ma che scontati non sono affatto.

Chiacchieriamo con Raffaele Boscaini, direttore marketing e coordinatore del gruppo tecnico di Masi, settima generazione della famiglia di riferimento dell’enologia veronese.

In questa intervista imparerai, tra l’altro:

  1. Quale è la principale difficoltà nel cominciare a comunicare sul web e fare marketing del vino online per un produttore di vino.
  2. Perché una azienda del vino ha un programma editoriale su internet.
  3. Come sta funzionando il commercio elettronico per i produttori.
  4. Come considerare gli influencers della rete, i soggetti che hanno seguito online.
  5. Perché l’italian lifestyle può aiutare il vino italiano all’estero e quali sono le cose che bisogna spiegare agli stranieri.
  6. Perché la varietà del patrimonio vitivinicolo italiano è un valore e insieme un problema.
  7. Su cosa ciascuno deve concentrare la propria comunicazione del vino rispetto a quello che si è sempre fatto nelle generazioni precedenti.

Ascolta l’intervista a Raffaele Boscaini.

Leave a Reply